Loading...

La madre

Riepiloghiamo; per il Ringraziamento, il tacchino lo ritirerò già farcito.

George arriverà con Lily e la bambina, è da settembre che non si fanno vedere in città.

Mio figlio si presenta, come da piccolo, solo se è pronto in tavola, a comodo suo. Anche se adesso lo fa da chilometri di distanza. Questi ragazzi di oggi si dimenticano troppo velocemente della famiglia che li ha svezzati.

Io, invece, non mi dimentico di nessuno, neanche dei cornflakes e della Coca Cola per i bambini. 

Luke sarà a casa, bisognerà stare attenti che non beva troppo e finisca col litigare con il padre.

Oh, mio marito. Dovrò preparare la torta di frutta che tanto gli piace.

Quindi mancano anche le albicocche e la farina, devo rammentarlo. Certo che con quel colesterolo non potrebbe strafare.

Sono esausta, con tutti questi pensieri. Cucini, lavi, cresci i figli, li vedi andar via. E poi continui così all’infinito. A vent’anni la strada davanti sembra un flusso feroce che s’ingarbuglia in mille nodi diversi, poi invece scopri che è tutta una stessa cosa.  Ma la vita è questa, lo diceva anche mia madre alla mia età. 

Quindi, ricapitolando, cos’è che manca?



William Eggleston, Untitled (Woman Walking on Sidewalk) Vegas

No Comments

Leave a Reply